Sindrome del Colon Irritabile: spieghiamo cos’è  

Sindrome del Colon Irritabile: spieghiamo cos’è  

La “Sindrome del Colon Irritabile”, è un disturbo cronico molto comune che colpisce circa il 20% della popolazione (dati OMS),  ed è riconosciuto essere in relazione con lo Stress. Infatti la caratteristica principale della Sindrome del Colon Irritabile è la presenza di dolore e disagio addominale dovuto ad una mal funzionalità dell’intestino. I sintomi includono crampi, dolore addominale, gonfiore, flatulenza, meteorismo, diarrea e/o stipsi.

La fascia più colpita è tra i 20-50 anni e a soffrirne maggiormente sono le donne ma anche chi svolge una professione in contesti lavorativi stressanti, competitivi e orientati al raggiungimento di risultati, come ad esempio in contesti accademici, imprenditoriali, manageriali e politici.

SINDROME DEL COLON IRRITABILE E CORRELAZIONI

Numerose ricerche scientifiche confermano la correlazione diretta tra la Sindrome del Colon Irritabile e condizioni ripetute di stress e ansia. Inoltre, la variabile dello stile di vita, aggrava i sintomi della Sindrome del Colon Irritabile e il malfunzionamento digestivo:
-alimentazione disordinata
-alimentazione povera di fibre
-alcol
-caffeina
-fumo
-vita sedentaria

Inoltre, le caratteristiche di personalità hanno un ruolo determinante nella patogenesi della Sindrome del Colon Irritabile:
-Perfezionismo
-Autocritica e bassa autostima
-Catastrofismo 
-Difficoltà ad esprimere i propri bisogni ed emozioni.

Il Professore Dino Vaira, Professore di Gastroenterologia e Medicina interna dell’Università di Bologna afferma:
“Lo stress irrita una sensibilità intestinale già esistente, oppure fa emergere l’irritabilità del colon, in chi non sapeva di soffrirne, dal momento che in passato non ha mai accusato disturbi.”

Vediamo in dettaglio le componenti della Sindrome del Colon Irritabile:
-Iperattivazione del Sistema nervoso
-Contrazioni muscolari nell’intestino
-Infiammazione dell’intestino
-Cambiamenti nella microflora dell’intestino
-Ansia e stress
-Dieta

HO LA SINDROME DEL COLON IRRITABILE: COSA FARE?

Chi soffre della Sindrome del Colon Irritabile dovrebbe per prima cosa sottoporsi a una visita gastroenterologica specialistica che escluda l’eventuale presenza di un altro disturbo gastrointestinale organico, per cui è necessario un trattamento organico. Spesso, chi ne soffre tende a sottovalutare la prevalente causa psicologica di questa condizione. La Sindrome del Colon Irritabile (o colite nervosa o psicosomatica) è ormai considerata un disturbo a base non organica e fa parte di tutta quella vasta gamma di disturbi psicosomatici. È ormai assodato che ci sia una relazione significativa tra i sintomi della colite nervosa e i livelli di ansia.

Non c’è una medicina specifica per la Sindrome del Colon Irritabile, tuttavia la miglior cura mira alla prevenzione e alla riduzione dei sintomi, e passa inevitabilmente attraverso un percorso di psicoterapia dove il paziente apprende le strategie evidence-based per la gestione dello stress e impara a identificare e gestire i fattori che mantengono l’iperattivazione del sistema nervoso.

Quindi, la Sindrome del Colon Irritabile e i sintomi che la precedono sono causati dall’ iperattivazione del sistema nervoso autonomo che risponde a fattori quali Stress, Ansia, Affaticamento fisico, Dieta inadeguata e Allergie.

Inoltre, la Sindrome del Colon Irritabile è fisicamente ed emotivamente debilitante e, ovviamente, implica una riduzione della qualità della vita con importanti complicazioni nella vita professionale, relazionale e personale. Questo perché influenza le performance e limita la piacevolezza nelle attività.

SINDROME DEL COLON IRRITABILE E PSICOTERAPIA

La Terapia Cognitiva Comportamentale è efficace per curare la Sindrome del Colon irritabile grazie alla sua efficacia nella la gestione dello Stress. Infatti, il percorso terapeutico per affrontare questa problematica si basa essenzialmente sulla riduzione dello stress, sulla ristrutturazione cognitiva dei pensieri disfunzionali correlati ai sintomi e sulle esposizioni comportamentali, al fine di interrompere il circolo vizioso e così eliminare i fattori di mantenimento del disturbo.

Nella maggior parte dei casi, la terapia cognitivo-comportamentale aiuta ad affrontare il disagio dei sintomi fisici, a fronteggiare e gestire le emozioni, i pensieri e i comportamenti, aumentando la consapevolezza dei meccanismi disfunzionali e favorendo l’apprendimento di nuove strategie funzionali al proprio benessere in particolare considerando che le zone del cervello che regolano l’autocontrollo delle emozioni sono le stesse che mediano le funzioni gastrointestinali: l’amigdala, la corteccia prefrontale e l’ippocampo.

Il “percorso” cognitivo-comportamentale del caso fissa vari obiettivi per migliorare la Qualità della Vita del paziente:
-Psicoeducazione sul disturbo e il corretto stile di vita: attività fisica, alimentazione e ciclo sonno-veglia,
-Apprendimento di tecniche di rilassamento: Tecniche di respirazione, rilassamento muscolare e Mindfulness, Strategie cognitive di gestione dell’Ansia e dello Stress, Educazione all’assertività.
-Con la Psicoterapia cognitiva puoi imparare a identificare e modificare gli errori di ragionamento: catastrofizzazione, senso del dovere estremo, perfezionismo eccessivo, etc, che mantengono il problema dell’ansia.
-Inoltre, molte ricerche scientifiche hanno indicato gli effetti benefici, sia nel breve che nel lungo termine, della Mindfulness.

HO LA SINDROME DEL COLON IRRITABILE: COSA POSSO FARE SUBITO?

Innanzitutto impara a prenderti cura di te stesso. Ad esempio cerca di gestire lo stress, questo aiuta a calmarti per ridurre i sintomi della colite nervosa. Consigliamo di prendersi cura del problema con strumenti basati sulla ricerca scientifica. Concentrati nella gestione dei sintomi, fisici e psicologici, e previeni l’acutizzazione e la cronicità.
Affidati ad uno specialista di Gastroenterologia e della Salute mentale per imparare a gestire le cause scatenanti della colite

In particolare, gli obiettivi per gestire queste problematiche sono:
-Conoscere il funzionamento del sistema gastrointestinale
-Una dieta opportuna
-Imparare la gestione e il controllo delle tue reazioni automatiche
-Imparare la gestione e il controllo dell’Ansia e dello Stress.

IN SINTESI

In sintesi, suggeriamo di:
-Fai attività fisica 30 minuti ogni giorno
-Segui una dieta opportuna e su misura per calmare il tuo intestino sensibile
-Impara a rilassare il tuo corpo e la tua mente
-Impara il Problem Solving e non rimuginare
-Gestisci le tue emozioni negative: ansia, rabbia e stress
-Lasciati andare e goditi la buona compagnia
-Cerca di pensare e comunicare in maniera Assertiva

STUDIOO

Potrebbe interessarti anche: